Cerca
  • Margherita Pogliani

Una goccia nel mare, un pozzo d'(a)Mare


Un mare di auguri: grazie, grazie, grazie, grazie! Adoro il mio compleanno perché è una pioggia d’affetto, di ricordi, di vicinanza. Meravigliosa. Inebriante. Idratante. Una marea di gocce in un mare senza limiti, smisurato come la gratitudine e lo stupore, che ogni volta provo per questa vita che non finisce di dissetarmi.


“Scegli di vivere significativamente ogni presente”, è l’invito che ho ricevuto oggi.

Vivere significativamente ogni presente per me oggi equivale a impegnarmi per trovare e condividere nuovi sorsi di vita.

Se mi giro e riguardo lo scorrere del tempo devo ammettere che in questo mezzo secolo (e oltre) ne ho viste davvero di tutti i colori: nascite incredibili, morti inconcepibili, amori disarmanti, passioni evanescenti, fallimenti formativi, crescite inaspettate e, ancora, perdite, epidemie, crolli di ideali, ricostruzioni di valori, conoscenze magiche e conquiste conquistate.

Ogni singola goccia mi ha scavata dentro, insegnandomi qualcosa, perché qualcosa volevo apprendere.

La natura mi è stata alleata, dandomi quel super potere che è la voglia di scoprire insieme agli altri.

Un’attitudine positiva, curiosa, entusiasta, che ha trovato nel digitale la sua espressione, il suo spazio per liberarne il potenziale. Perché, come scrissi nella prima lettera di accompagnamento del mio curriculum: “vivo in un mondo virtuale ma potrebbe essere utile”.

Era una trentina di anni fa, la vita sorrideva alla mia audacia e la compensava in creativo coraggio.

Ho sempre buttato il cuore oltre l’ostacolo, senza farmi frenare dai rischi, ma abbracciando ogni evento come un segno di qualcosa da scoprire. O riscoprire. Perché oggi girandomi indietro non posso che esser grata. Grata delle conoscenze che ho fatto, delle soluzioni che ho trovato, dei progetti che ho guidato, dei sogni che ho realizzato, delle idee fuori di testa (o dall’ordinario?) che portato avanti senza mai fermarmi. Spinta da un potente fil rouge: la fiducia nelle possibilità, nelle persone, nelle relazioni, nelle connessioni.


Ed eccomi qui, a lasciarmi abbracciare dalle onde di cuore che idratano, sottolineando l’importanza dell’acqua come essenza di vita. Per noi e per il mondo che abitiamo.

Ammetto, l’acqua è (anche) il mio di elemento, tanto che amai chi mi chiamò Mare, come Marghe senza le lettere più dure.

Mi piace pensare che la pioggia nutra il mare, così ora, assecondando la tendenza a scavare per scoprire nuove fonti e far sgorgare piccole gocce d'(a)Mare, voglio costruire un pozzo. Oh sì: un pozzo in Burkina Faso dove da quando sono nata opera un saggio amico dall'animo immenso, in ogni senso. Avevo pensato di creare una raccolta in memoria di chi è stato per me pozzo di conoscenza e valori, poi ho preso il volo: voglio costruire un pozzo in memoria della vita, della fortuna di poterla godere e non subire.


L’acqua è vita: suona banale ma è stata una sensazione alienante, pietrificante, terrorizzante quando, nei momenti più difficili, non potevo toccarla, vederla. berla. Se mi immedesimo anche solo lontanamente con chi costantemente deve attendere ore e ore per avere l’acqua necessaria per sopravvivere, mi pietrifico. Ma il mare mi sferza, ricordandomi che molto si può sempre fare.

Ci vorrà tempo per realizzare anche questo pozzo? Per fortuna sento di averne.

Ci vorrà partecipazione? Sicuro, ma sono convinta che tra tutti gli amici, passando parola si possa creare ben altro che un pozzo.

È una goccia nel mare? Sicuramente, ma senza gocce ci sarebbe il mare?


Io non sarei Mare senza quelle gocce di meravigliose relazioni che ogni giorno mi irrorano il cuore.

Non sarei Mare senza quei torrenti di condivisioni da cui esco sempre rigenerata.

Non sarei Mare senza quel moto perpetuo dell’anima che mi fa vivere significativamente ogni presente.

Non sarei Mare senza onde cerebrali e getti emotivi.

Non sarei Mare senza lasciarmi andare con i flussi, sapendo che posso risalire la corrente ma è molto più bello lasciarvisi andare.

Non sarei Mare senza aMare questa vita così ricca di persone ed esperienze uniche.

Perché ciascuno è fonte di unicum che non posso limitarmi a descrivere o circoscrivere. Come gocce nel mare ognuno è vitale, insieme agli altri.

E proprio ammettere la fortuna che ho nel sentirmi Mare insieme a gocce così speciali è il dono più bello che oggi possa farmi. Insieme a un pezzettino di pozzo, perché penso che l’unica cosa che oggi conti sia esserci e unirsi per qualcosa di grande, nel suo piccolo vitale.


Il Burkina Faso era uno dei pochissimi stati africani in pace, finché non sono state scoperte le miniere di metalli preziosi. Da poco a questo contesto fragile caratterizzato da un conflitto in corso con un drammatico deterioramento della sicurezza e sfollamenti di popolazione sempre più significativi, si è aggiunta una crisi politica che ha costretto migliaia di persone a lottare per trovare cibo, acqua, riparo e cure mediche. Un pozzo è sicuramente una goccia nel mare ma potrebbe abbeverare migliaia di persone, dimezzando la mortalità infantile già nel primo anno di attività.


Quello che facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma l’oceano senza quella goccia sarebbe più piccolo. (Madre Teresa di Calcutta)

In fondo sta a noi scegliere cosa guardare: le singole gocce o l'immensità del mare?

Ciascuno decide come investire i propri "talenti".

Io oggi li investo in questo progetto che l'amico Padre Umberto Libralato, impegnato da decenni in missioni umanitarie, porta avanti con ABCD, Associacion Burkinabe Coopération et Développement, insieme a Comunità di Vita Cristiana Onlus (riferimenti qui sotto).


Grazie, di cuore a chi vorrà partecipare: in mancanza (e in attesa) di una grande festa, spero di celebrare con ciascuno di voi le nostre piccole, grandi, gocce di vita.


Riferimenti e contatti della raccolta fondi per "Emergenza Burkina Faso con Pozzo d'(a)Mare":


Padre Umberto Libralato (libralato.u@gesuiti.it)

Intestatario: COMUNITA' DI VITA CRISTIANA ONLUS

IBAN: IT93N0306905066100000002824

SWIFT/BIC: BCITITMM

N. Conto: 2824

Banca: Gruppo Intesa Sanpaolo

Filiale: Piazza S. Sonnino 17 - 00153 Roma

CODICE FISCALE 97756310583


Causale: “Emergenza Burkina Faso con Pozzo d'(a)Mare”

102 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Buon Senso