Cerca
  • Margherita Pogliani

Abracadabra e “Sara Genial”

Aggiornamento: 21 ott

Abracadabra, non scherzo: nessun prestigiatore, solo una parola, magica.

Magica, perché non ha radici, è presente e uguale a sé stessa da sempre, in tutte le lingue.

Incredibile, perché agisce a livello irrazionale facendo leva sull’emotività.

Salvifica, perché può tirare fuori dal panico quando arriva un’onda pericolosa.

Abracadabrabracadabra: Sara, mia partner nel progetto Turquesa, mi ha accompagnata alla scoperta di questa formula magica, che per me è diventata mantra di agilità emotiva, quando voglio chiarirmi le idee senza lasciarmi travolgere dalle onde.

Onde su onde. Onde dopo onde.

Placide e assorte, maestose e dirompenti.

Vanno, vengono. Accarezzano, sommergono. Non è sempre facile lasciarsi fluire, non è banale stare in equilibrio, non è scontato resistere ai continui marosi della vita.

Non è necessario volare in Polinesia per “godersi lo spettacolo” della mitica onda di Teahupoo e toccare con mano la forza devastante della natura. Basta fermarsi ad ascoltare i moti d’animo che sferzano la quotidianità degli abissi dentro di noi. Notizie, credenze, aspettative, apatia, rabbia, paura, preoccupazione, depressione diventano marosi devastanti se non impariamo a notarli, a surfarli, a superarli.


Abracadabra è Sara, che pratica surf da sempre, nella vita interiore come a Fuerteventura, con agilità e rispetto, di sé stessa, degli altri e dell’ambiente. Sostenibile è la sua parola d’ordine, nel vero senso del termine: “sorreggere”, sopportare, favorire sia cambiamenti emotivi che pratici, con responsabilità ed etica, ovvero rispettando il “senso del limite”. Quel senso del limite, quella forza della natura che ci illudevamo di poter superare con i nostri superpoteri. Sì, ci illudevamo, perché non si può dominare il mare, non si può trovare l’onda perfetta, ma ci si può allenare a stare in equilibrio sulle onde della vita con coraggio, elasticità, bilanciamento, ammettendo che ci sono alti e bassi, momenti entusiasmanti e altri devastanti, attimi da cogliere e pazienza da coltivare.


Sara è per me un'onda di energia e agilità, emotiva e fisica: pratica con gioia ogni genere di sport, vive sportivamente ogni genere di situazione. È madre di due straordinarie gemelle, enfant prodige nel mondo finanziario, imprenditrice solida, docente evoluta, leader solidale, amica speciale.

Un vulcano, una geniale solucionador, testimone vivente che “Todo se soluciona, todo saldrá genial”. E sottolineo il “Genial”, non “Bien”, genial, perché ogni suo vissuto attesta che la vita non finirà mai di stupirci se impariamo a coglierne con gli essenziali, a diventare parte della natura, ad accettarne la mutevolezza con tenacia e flessibilità, respirandone la bellezza e rilasciando lo stress.

Inutile aggiungere che il suo spirito di sorellanza è inclusivo: illumina con la sua energia, accoglie con il suo inarrestabile entusiasmo, accoglie con la sua generosità, coinvolge con il suo magnetismo. Perché Sara ha una spinta propulsiva da fare invidia ai più rodati astronauti, ha un moto evolutivo perenne, ha sempre voglia di scoprire nuovi metodi e pratiche per applicare la neuroscienza in formato vacanza.


Sara è forte, in ogni senso. Sara è Turquesa, di nome e di fatto, come turchese è la sua missione: rendere più sostenibile la vita, nostra e del mondo che ci circonda. Per questo ha ideato la prima serie di retreat dedicati al benessere rinnovabile di anima e corpo, con percorsi di empowerment e leadership alla scoperta di antichi metodi e nuove tecniche scientifiche per ricaricarci, espandere consapevolezza e trovare un equilibrio sostenibile. Con il sorriso nel cuore, con la forza di Fuerteventura dove si può davvero imparare come trasformare le nostre credenze in opportunità, surfando tra le nostre (dis)confort zone, sperimentando attività, condivisioni, esperienze che cambiano il modo di reagire in possibilità di creare.


Che meraviglia la possibilità di tornare a creare!

L’abbiamo tutti dentro di noi.

L’abbiamo nella nostra natura femminile, l’abbiamo nella tensione a crescere, l’abbiamo

nella conoscenza e riconoscenza. Per questo, conoscendo Sara e riconoscendo il bene che trasmette, abbiamo lanciato Abracadabra, il primo retreat sull’agilità emotiva, sull’armonia fisica e mentale, orchestrato su quel approccio rivoluzionario, basato sulla neuroscienza, che ci permette di affrontare le svolte della vita con accettazione, lucidità e apertura. Perché, a prescindere dall'intelligenza o dalla creatività, dalla personalità e dalla condizione socioeconomica, è stato dimostrato che è il modo in cui gestiamo i nostri pensieri, sentimenti e discorsi a determinare le nostre azioni, le nostre carriere, le nostre relazioni, la nostra felicità, la nostra salute, insomma tutto ciò che conta nella nostra vita.

E ciò che conta è stare in equilibrio, è plasmare un modo più armonico di vivere, partendo da noi, partendo da Abracadabra contenuta nella formula Turquesa che può veramente cambiarci in meglio, da anime circensi a spiriti agili. Perché comunque vada, “Sara genial”!


Info & Play

https://www.turquesafuerteventura.com



42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Buon Senso